Rapito

Se non paghi capace ti taglino la fornitura d’acqua. Sarà per questo che quando è accaduto mi stavo grattando il posteriore che mi pizzicava da morire.

Insomma, ero lì che mi sfruconavo il sedere come un frullino tagliaerba quando è apparso il raggio di luce.

“Cazzo è??? “ mi son chiesto, ma non ho fatto a tempo a rispondermi che ero già sull’astronave.

Alieni, che brutti a quel modo non se l’è immaginati neppure Asimov nel pieno della maturità letteraria, mi hanno rapito per non ho capito bene cosa.

All’inizio ho patito le pene dell’inferno, col le mani bloccate e il culo con l’infiammazione, ma poi devo dire che è andato tutto molto meglio.

M’hanno lavato, profumato, sfamato, vestito (coi loro vestiti che se m’avessero visto Dolce e Gabbana copiavano subito) e insegnatola loro lingua, anzi no, hanno imparato loro la mia visto che quando parlavano loro io non capivo una sega.

E’ stato bello, eh!

Solo che gl’erano un po’ ingenui. Allora gli ho insegnato qualche astuzia per sopravvivere, un po’ di furbizie, tirarlo un po’ nel culo agli altri per avere il massimo col minimo sforzo. Sempre grattandomi e anzi con rutti e corregge.

Oh, non ne sapevano niente di queste cose.

E poi anche il sesso. Si riproducevano, ma l’attrazione era cosa che non conoscevano. Gliel’hoinsegnata io. Gl’è garbata così tanto che hanno cominciato a fregarsi il compagno gl’un con gli altri… vabbé, erano alieni che avevano raggiunto l’apice della ragionevole convivenza, ma che palle però!!!

Una botta di vita gli ci voleva!!

Solo che gl’hanno esagerato… hanno cominciato a pigliarsi a schiaffi… schiaffi per modo di dire, erano senza mani, piedi e zigomi… insomma essendo evoluti hanno preso a tirarsi di laser e loro li hanno potenti i laser…o meglio, li avevano… in un minuto e venti secondi hanno cancellato dal loro pianeta una forma di vita evoluta e millenaria…

Ne è rimasto solo uno.

Che mi ha riportato sulla terra prima di andare a suicidarsi buttandosi con la sua astronave alla velocità della luce su Vega.

Mi ha lasciato perplesso solo la sua ultima frase: “Con tutti quelli che potevamo rapire…” ma non l’ha finita e il senso mi rimarrà oscuro per sempre.

Spero mi abbiano riattaccato l’acqua.

Annunci

2 pensieri su “Rapito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...